Il mercato dell'energia22 Aprile 2024
Revisione caldaia: ogni quanto va fatta?

Mantieni il tuo impianto sicuro, efficiente e conforme. Scopri le scadenze e controlli necessari per la revisione della caldaia.

La revisione caldaia è un aspetto cruciale della manutenzione domestica, non solo per garantire il funzionamento efficiente e sicuro dell’impianto ma anche per adempiere agli obblighi legali.

Il DPR 74/2013, per il controllo degli impianti termici, stabilisce che tutte le caldaie, indipendentemente dal tipo di combustibile utilizzato (gas metano, GPL, biomassa o combustibile liquido), devono essere sottoposte a revisioni periodiche.

Quali sono le scadenze precise per la revisione della caldaia?

Per capire quali sono le scadenze precise per la revisione della caldaia, bisogna considerare diversi aspetti chiave:

  • Tipo di caldaia: Ogni tipo ha requisiti specifici per la manutenzione.
  • Età dell’impianto: La frequenza delle revisioni può variare a seconda dell’età della caldaia
  • Normative locali: Le leggi regionali o comunali possono stabilire requisiti specifici per la revisione delle caldaie. A tale proposito, è importante affidarsi ad un tecnico qualificato per la verifica e il rispetto dei regolamenti.
  • Indicazioni del produttore: Il manuale di installazione e le istruzioni d’uso della caldaia contengono informazioni precise sulle operazioni di manutenzione che devono essere effettuate a cura di tecnici qualificati.
  • Controllo periodico obbligatorio: La normativa prevede degli obblighi relativamente ai controlli periodici che devono essere effettuati sull’impianto termico. Tali controlli prevedono la verifica dell’efficienza energetica dei generatori e del suo corretto funzionamento, anche lato impianto. In funzione della potenza termica del generatore, possono esserci frequenze differenti: per le caldaie alimentate a gas con potenza termica inferiore a 35 kW, per esempio, la frequenza dei controlli obbligatori per legge è biennale.
  • Storia di manutenzione dell’impianto: Se l’impianto ha avuto problemi in passato o è stato sottoposto a riparazioni significative, potrebbe essere necessario effettuare revisioni più frequenti.
WordPress Tables Plugin

Quando bisogna fare la revisione alla caldaia?

  • Per le caldaie a biomassa o combustibile liquido, l’obbligo di revisione è annuale.
  • Anche per le caldaie a gas (Metano o GPL), la frequenza di revisione è generalmente annuale.

In cosa consistono i controlli per la revisione della caldaia?

I controlli per la revisione della caldaia sono essenziali per garantire la sicurezza, l’efficienza e la conformità dei dispositivi alle normative vigenti. Essi comprendono vari aspetti tecnici e operativi dell’impianto.

Vediamo quali sono i principali:

Per prima cosa bisogna verificare l’integrità della caldaia e delle sue componenti e capire se ci sono eventuali segni di corrosione, perdite o danni.
Come secondo step invece, bisogna verificare il corretto funzionamento della caldaia e controllare i dispositivi di sicurezza, come valvole e termostati. In questa fase viene verificata anche la potenza termica della caldaia, ovvero la sua capacità di riscaldamento.
Il controllo dei fumi è uno step importante perché consente di verificare l’emissione di sostanze nocive e l’efficienza della combustione. Esso consente quindi di misurare i livelli di monossido di carbonio e anidride carbonica, stabilendo se le emissioni sono entro i limiti stabiliti dalla normativa.
Nel controllo è inclusa anche la valutazione dell’efficienza energetica della caldaia, nonché del suo rendimento
L’ispezione delle tubazioni, dei raccordi e delle connessioni elettriche è indispensabile per scongiurare o individuare eventuali guasti sull’impianto termico, evitando così disservizi e garantendo allo stesso modo una maggiore vita utile del generatore e dei suoi componenti.
Il controllo della caldaia include anche la pulizia dei componenti interni, come bruciatori e scambiatori di calore, con la sostituzione di parti usurate o danneggiate.
Al compimento del controllo della caldaia, è necessario il rilascio della documentazione prevista dalla normativa vigente, quale ad esempio il rapporto di efficienza energetica. Inoltre, le operazioni effettuate devono essere inserite nel libretto di manutenzione dell’impianto da parte dell’installatore qualificato. A proposito di ciò, poiché ogni caldaia ha delle caratteristiche specifiche, è sempre opportuno che chi esegue la revisione segua le indicazioni fornite nel manuale di installazione e nelle istruzioni della caldaia, poiché possono contenere specifiche sulla periodicità delle revisioni e su eventuali operazioni da compiere.

Dato che si tratta di un tipo di manutenzione prettamente tecnica, bisogna necessariamente affidarsi a figure esperte. Chi svolge quindi i controlli per la revisione della caldaia? Naturalmente, solo tecnici qualificati e imprese autorizzate.

Mantenere una caldaia in buone condizioni non solo prolunga la sua vita utile, ma contribuisce anche a ridurre i costi in bolletta e a garantire un ambiente domestico sicuro e confortevole.

abbiamo tanti modi per
rimanere al tuo fianco

Per telefono, via chat o dall’area clienti.

scegli come contattarci
illustrazione ti serve aiuto?